venerdì 29 agosto 2014

Macedonia di frutta e verdura con gelato allo yogurt e sciroppo di zenzero

E finalmente riapro la mia cucina. E il mio blog. Dopo le vacanze estive non potevo che tornare al mio primo amore. Questa estate sono stato con la mia amica Aurora sul Gargano, a Vieste. Bellissimo posto dove la cucina e il mare la fanno da padrone. Ho mangiato per la prima volta i ricci di mare e le spugne di mare, i troccoli e dei taralli da paura. L'ultima sera siamo stati a mangiare, per festeggiare il compleanno di Aurora, a "Il Capriccio" di Vieste. Un ristorante in riva al porto, delizioso. Abbiamo cenato sul molo circondato da barche e luci, accompagnati dall'ottima musica di Maria Pia Pizzolla e dei SuperZoo. Un menù favoloso ricco di tradizione, ma con accostamenti e rivisitazioni da ristorante stellato. Uno spriz Hugo in attesa della cena, preparato con sciroppo di sanbuco, prosecco e frutta fresca. Il gazpacho con stracciatella e alici croccanti era un antipasto che valeva una cena. Il risotto mantecato con burrata e tartare di gambero rosso e limone era tra le cose più buone che io abbia mai mangiato. Questa sera vi voglio proporre il dolce che ho mangiato.


Spritz Hugo - Il Capriccio


Gazpacho con stracciatella e alici croccanti - Il Capriccio


Risotto mantecato con burrata e tartare di gambero rosso e limone - Il Capriccio

Ingredienti per 3:

  • 1 pesca;
  • 1/4 di melone arancio piccolo;
  • 1/4 di melone giallo piccolo;
  • 1/2 cetriolo;
  • 1/2 zucchina tonda chiara;
  • 1 susina o prugna rossa;
  • 1 radice di zenzero della dimensione di una noce;
  • 4 cucchiai di zucchero;
  • 500 ml acqua;
  • gelato allo yogurt;
Mettete a bollire l'acqua in un pentolino con lo zucchero e lo zenzero sbucciato e ridotto a fettine. Arrivati a bollore lasciate ridurre leggermente e raffreddare.
Tagliate le pesche a dadini piccoli, senza privarle della buccia. Scegliete delle pesche noci lisce. Allo stesso modo fate con la susina. Sceglietene una rossa. Prendete due meloni piccolini, Uno classico e uno giallo. Tagliatene una fetta ciascuno pari ad un quarto, sbucciatele e tagliate a dadini le fettine di melone. Pelate il cetriolo, privatelo dei semi e tagliatelo a cubetti. La zucchina invece non va sbucciata. La parte saporita infatti sta nella buccia. Scegliendo quella tonda, sarà necessario svuotarla. Potete prendere anche quelle chiare lunghe. In quel caso privatela dei pochi semi. Tagliate a dadini la zucchina. Mescolate le verdure alla frutta.
Quando lo sciroppo si sarà raffreddato, prendete un piatto fondo e un coppapasta. Adagiate il coppapasta sul piatto e riempitelo della vostra macedonia, Compattate il tutto. Versate nel piatto, ai bordi, lo sciroppo. Ora leggermente togliete il coppapasta e adagiate sulla vostra tartate di frutta e verdura, una quenelle di gelato allo yogurt, che conferirà l'acidità necessaria a equilibrare il piatto. Decorate a piacere con fiori eduli o erbe aromatiche. Io come potete vedere l'ho lasciato nudo.



La ricetta è una mia rielaborazione sulla base dei gusti che ho sentito. Non ho avuto modo di poter chiedere anche la ricetta allo chef Leonardo Vescera, a cui ribadisco i miei complimenti. Spero di essere riuscito a riprodurla al meglio. Il sapore era quello...quasi!! La canzone che ovviamente abbino è un omaggio invece alla artista che ci ha accompagnati durante la cena con la sua musica e con le sue parole davanti a uno spritz e un moscow mule. 

Maria Pia Pizzolla e Superzoo - Gocce



giovedì 7 agosto 2014

Pollo allo yogurt ed erbe

Dai che c'è la prova costume!!!Se questo inverno non hai fatto altro che ingozzarti, pensando che tanto le ferie estive fossero così lontane e se ti sei ricordato di essere un essere sociale il primo di agosto, mettiti d'impegno e perdi peso...subito!!!Verdure, carni bianche, poco olio, niente carboidrati...e molta fantasia. Un pollo piastrato con un cucchiaio di yogurt magro e delle erbette aromatiche trasformerà il vostro piatto light in una bomba di sapori e gusto.



Ingredienti:
  • 500 gr di petto di pollo;
  • 300 gr di yogurt bianco magro;
  • 3-4 foglie di salvia;
  • 1 rametto di basilico;
  • 1 rametto di rosmarino:
  • 1 rametto di timo;
  • 1 rametto di menta;
  • 1 rametto di prezzemolo;
  • 1 rametto di origano fresco;
  • pepe nero;
  • 1/2 cucchiaio di farina 00;
  • sale;
  • olio EVO;
  • 1 spicchio di aglio;
Prendete un petto di pollo intero, pulitelo dei nervetti e delle parti bianche che tendono ad essere fastidiose, e tagliatelo a cubotti. I pezzetti non devono essere troppo piccoli, perché così non diventeranno troppo duri.
In una padella antiaderente, lasciate scaldare uno spicchio di aglio con un filo di olio. Fate saltare il pollo fino a rosolarlo e a creare una leggera crosticina. Aggiustate di sale. Mescolate lo yogurt con il trito delle erbe aromatiche e un filo di olio EVO. Aggiungete lo yogurt in padella al pollo e abbassate la fiamma. Lo yogurt tenderà a perdere la propria consistenza e a tornare liquido. Aggiungete ora la farina per far diventare cremosa la salsa di yogurt. A cottura quasi ultimata aggiungete le erbe tritate. Servite in una ciotolina e magari anche con due bacchette per mangiarlo.

Sarà che lo yogurt è utilizzato tantissimo nelle preparazioni salate nordiche, ma mentre preparavo il piatto ho canticchiato tutto il tempo questa canzone...

Likke Li - I Follow River

martedì 5 agosto 2014

Pasta alla norma con melanzane bianche

E'  da un po' che voglio pubblicare questa ricetta. Secondo me uno dei primi più buoni della cucina italiana. Un piatto della nostra tradizione. La norma. Ne esistono mille rivisitazioni. La mia ricetta è quella classica, ma non sono riuscito a resistere a mettere un tocco "ziggy" a piatto. Ho utilizzato delle melanzane bianche gentilmente regalate dalla mamma della mia amica Auri. L'Alba Rosa. E queste melanzane sono nate e cresciute nella stessa campagna dove è nata 4 anni fa la mia Ziggy. Non poteva che essere un connubio perfetto per il mio blog.


Ingredienti:

  • 2 melanzane bianche;
  • 7 pomodori ramati;
  • 1 mazzetto di basilico;
  • 1 spicchio di aglio;
  • peperoncino fresco;
  • un pezzetto da 50-100 gr di ricotta salta;
  • olio di semi di girasole per friggere;
  • olio EVO;
  • sale;
Cominciamo con il preparare le melanzane. Dopo averle lavate e asciugate, tagliatele a cubetti regolari di circa 1 cm. Nel frattempo lasciate scaldare l'olio a fuoco medio per friggere le melanzane. Non appena avrete finito di tagliarle, l'olio sarà pronto. Con un cubetto testatene il calore e cominciate a friggere poco alla volta le vostre melanzane. Una volta che saranno diventate leggermente croccanti, scolatele, asciugatele bene con della carta paglia o della carta assorbente e salatele. 
Proseguiamo con il preparare il sugo. In abbondante acqua salata, lessate per 5 minuti i pomodori. Non appena la buccia si sarà rotta, toglieteli dall'acqua, che utilizzerete per lessare la pasta. Lasciate raffreddare i pomodori e  nel frattempo, in una ampia padella sporcata di un filo d'olio, rosolate lo spicchio di aglio in camicia schiacciato. Pelate i pomodori, tagliateli a pezzettoni grossolani e buttateli in padella con l'olio e l'aglio che a questo punto potete togliere. In cottura con i pomodori, aggiungete dei rami di basilico con le foglie per lasciare insaporire il sugo. 
Lessate la pasta nell'acqua di cottura dei pomodori e scolatela al dente, tenendo un bicchiere di acqua di cottura. Finite di saltare la pasta nel sugo, aggiungendo le melanzane, dell'altro basilico fresco e un goccio di acqua di cottura. Servite spolverando leggermente con la ricotta salata.

 

La canzone chiaramente è stata scelta da Alba! che voleva inizialmente abbinare una canzone di Vasco ( immaginate tutti quale) ma purtroppo Vasco è bandito dal mio blog sezione proposte musicali. Seconda opzione, il mio ex compagno di spese, Biagio!


Biagio Antonacci - Mio padre è un Re
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook