mercoledì 18 maggio 2016

Pollo alle mandorle

Un grande classico della cucina orientale. Quando ordino cinese d'asporto non può mancare, insieme a riso cantonese e ravioli al vapore. Su internet le ricette di questo piatto si sprecano! Ma come al solito la mia è la migliore. Con piccole accortezze il vostro pollo sarà molto più buono di quello della rosticceria in fondo alla via!



Ingredienti:

  • 1/2 petto di pollo;
  • 20 mandorle;
  • 1 carota;
  • 1 cipolla;
  • 1/2 bicchiere di salsa di soia;
  • 1/2 bicchiere di acqua;
  • 1 cucchiaio di farina;
  • olio EVO:
Mondate la cipolla e tagliatela a dadini. Ripetete l'operazione con la carota. In una padella scaldate un filo di olio e fare soffriggere cipolla e carota. Aggiungete quindi il petto di pollo tagliato a dadini. Non fate dadini troppo piccoli. Se preferite, potete anche tagliare la carne in tanti straccetti. In una padella antiadetente o in forno, fate tostare le mandorle.
Mescolate mezzo bicchiere di acqua con mezzo bicchiere di salsa di soia, e scioglieteci all'interno un cucchiaio raso di farina. 
A cottura quasi ultimata del pollo, aggiungete la salsa e le mandorle. Fate cuocere ancora qualche minuto affinchè la salsa si riduca e diventi cremosa.



Ve lo avevo detto!Che ci vuole?! E canzone non fu mai più azzeccata!



Coldplay feat Rihanna - Princess of China

lunedì 16 maggio 2016

Risotto agli asparagi

Come si fa a non preparare un risotto agli asparagi durante i mesi primaverili? Impossibile. Così delicato, così profumato. Quando si trova la giusta combinazione tra asparago, burro e parmigiano, si trovano le chiavi del paradiso! Consiglio: non fate un soffritto di cipolla. Rischiereste di disequilibrare il sapore del piatto.



Ingredienti per 2 porzioni:

  • 15 asparagi;
  • 200 gr di riso carnaroli;
  • 5 cucchiai di parmigiano reggiano;
  • 80 gr di burro;
  • brodo vegetale;
  • olio EVO;
  • sale e pepe;
Preparate un brodo vegetale leggerissimo con carota, cipolla e la parte più legnosa degli asparagi. Tagliate a dadini la rimanente parte degli asparagi e tenete da parte le punte. Scaldate un filo d'olio in una padella e tostate il riso per 2 minuti a fuoco medio basso. La tostatura vi permette di mantenere il chicco al dente durante la cottura. Cominciate quindi a sfumare con il brodo, aggiungete i dadini di asparago e salate. Tenete ancora da parte le punte. Le aggiungeremo solo alla fine in mantecatura.
Portate a cottura il riso continuando a sfumare col brodo. Una volta ultimata la cottura, spegnete il fuoco, aggiungete il burro, il parmigiano e le punte e mantecate all'onda il vostro risotto. Aggiustate di sale e profumate con una bella macinata di pepe.
Una coccola!!!



Un po' come dice Nina Zilli, "dopo di te, amori stupidi", così il nostro risotto agli asparagi...Dopo di lui, solo amori stupidi!



Nina Zilli - L'uomo che amava le donne

martedì 10 maggio 2016

Catalana di gamberoni

La catalana è una tipica preparazione di pesci o crostacei in insalata. La versione classica prevede l'uso dell'astice, ma come ben sapete le mie finanze sono talvolta limitate, per cui ho ripiegato su dei bellissimi gamberoni argentini. Non usate quelli surgelati. Sono leggermente meno cari, ma molto meno saporiti.



Ingredienti:

  • 4 gamberoni;
  • 15 pomodorini ciliegino;
  • 1 cipollotto rosso;
  • foglie di nasturzio;
  • aceto di lamponi.
  • olio EVO;
  • il succo di mezzo limone;
  • sale e pepe;
Tagliate i pomodorini e affettate il cipollotto. Lasciate marinare il cipollotto dentro un bicchiere di acqua riempito per 3/4 di acqua e 1/4 di aceto di lamponi. I pomodorini conditeli solo con olio, sale e una foglia di basilico se l'avete. 
Portate ad ebollizione dell'acqua leggermente salata in una casseruola. Una volta che comincerà a bollire, tuffateci i gamberoni per 5 minuti. Non abbiate paura che siano poco cotti. In 5 minuti il gambero si cuoce perfettamente e non diventa troppo duro. Una volta cotti i crostacei, staccate le teste e schiacciatele e recuperate il contenuto in una ciotolina. Unite il succo di mezzo limone e olio evo. Create così una salsa per condire poi dopo. 
Sgusciate i gamberi e lasciateli intiepidire. 
Scolate il cipollotto dalla sua marinatura e i pomodorini dalla loro acqua di vegetazione.
Servite adagiando i gamberoni sui pomodorini, con sopra le rondelle di cipollotto, e qualche foglia di nasturzio. Condite con la salsa di teste di gambero.

Visto che ho utilizzato i gamberoni argentini per questa ricetta, non potevo che citare uno dei più grandi capolavori tra i musical in tutto il mondo. Dal genio di Andrew Lloyd Webber e interpretata da una meravigliosa Madonna, EVITA.


Madonna - You must love me
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook